HAMMOND*a Go-Go

London Underground Band

concerti

Test Live home-made | Firenze | 27.06.2015

1 - Bumpin' on Sunset 2 - Norwegian wood 3 - What

Galleria

aq_block_9
aq_block_10
aq_block_11
aq_block_12

London Underground go to Austria | BURGEN-DELIC miniTOUR

Oberwart 6 novembre - Ollersdorf (Bgld) 7 novembre - ore 21.30

aq_block_15

Live at Tamdhu

Live at Cafe Bambini

Live at Cafe Bambini - Austria - Foto Josef Lang

aq_block_19
aq_block_20
aq_block_21

SICURCAIV - Casa del Popolo | Grassina (Fi) | 9 ottobre 2015

SICURCAIV - Casa del Popolo | Grassina (Fi) | 30 gennaio 2015

aq_block_27
aq_block_28
aq_block_29
aq_block_30
aq_block_31

Plaz | Firenze |17 ottobre 2014

aq_block_34
aq_block_35
aq_block_36

THE BAND

Formati nel dicembre 1998 a Firenze
da Gianluca Gerlini (Hammond, piano, mellotron) e Daniele Caputo (voce e batteria) e Marco Piaggesi (basso).

Iniziano recuperando il suono British-underground/psychedelic-pop, con predilezione anche per il rhythm & blues anni '60, principalmente basato sui metodi dell’Hammond-sound e del pianismo elettrico, analizzato in origine da magici inventori di stili come Brian Auger e George Fame.

Debuttano nella scena internazionale con l’album London Underground pubblicato dalla svedese Record Heaven nel 2000.

Nel 2003 esce il secondo album Through a Glass Darkly per l’etichetta francese Musea Records, lavoro con un sound più prog di inizio anni '70. Per l’occasione tutte le parti di basso e la cover art, furono affidate a Stefano Gabbani, musicista ed artista visionario.

Dopo una fase di inattività, nel 2008 Gianluca Gerlini riforma la band con Alessandro Gimignani alla batteria
e Fabio Baini al basso.

Nel dicembre 2009 entrano in studio e registrano il terzo album Honey Drops; l'album raccoglie brani inediti ed editi della scena British- acid- psychedelic- pop- vintage con influenze prog.

I London Underground oggi hanno un sound sempre d’ispirazione Hammond Based (Vintage Sounds in Acid Psyco Beat), solo strumentale, ispirandosi anche alle colonne sonore dei film anni '60 e '70.

All’inizio del 2017 il polistrumentista Elio Nencioni, sostituisce Fabio Baini al basso che dopo dieci anni di assidua attività, decide di togliere le corde al basso e dedicarsi ad altro.

Il 2018 porta ulteriori cambiamenti di formazione, ritornando al basso Stefano Gabbani con le sue sonorità Psychedelic Progressive Rock, sottolineando e rafforzando così la chiara matrice della band.

aq_block_46

music

Ascolta e scarica

Anno e titolo

2000 - London Underground

2001 - Takin’ a detour vol. 2 - Compilation

2001 - The art of Sysyphus vol. 7 - Compilation

2003 - Through a glass Darkly

2010 - Honey Drops

Etichetta

Record Heaven (Sweden)

Detours Records (UK)

Eclipsed Production (Germany)

Musea (France)

Musea (France)

hammond
100%
british
90%
prog
75%
acid
70%
psy
65%
vintage
60%
aq_block_61
aq_block_62
aq_block_63
aq_block_64
aq_block_65
aq_block_66

Honey Drops

media


In studio

Videoclip

Live

Recensione Honey Drops

Corto su tema

Auguri ai fan - 2015

contact

Info e Management

Gianluca Gerlini

Tel. 0556 40 615
Cell. 338 729 372 0

Italia - 50012 Firenze
Bagno a Ripoli
Via San Martino n° 33

Prenotazioni date





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio